A Lavermoir, una piccola isola al largo della costa irlandese, la vita scorre come al solito, finché un terribile incidente segna per sempre la vita del piccolo Liam. È un giorno di maggio, un mercoledì come gli altri, quando tornando da scuola Liam trova sua madre in giardino, stesa su un cespuglio di rose. I suoi vestiti sono sporchi di sangue, gli occhi aperti. Lui prova a chiamarla, sembra uno scherzo. Ma lei non risponde. Finché dopo qualche ora si ritrova in cucina, seduto, circondato da un sacco di gente. Arriva anche il padre, è appena sceso dal suo peschereccio, ma lui non fa che afferrare una bottiglia e chiudersi nella sua camera.
Le ore passano, così come i giorni e le settimane, la vita del piccolo Liam fugge via, senza alcun senso, senza alcuno scopo. Smette anche di andare a scuola. Mentre Conner, il padre, trascorre la sua giornata in mare e poi al pub, a ubriacarsi. E del resto come potersi fare una ragione di ciò che è avvenuto? Come accettarlo? È un poliziotto alto e grosso a spiegare a Liam e al padre come sono andate le cose: sua madre è inciampata mentre portava le rose ed è finita sulle cesoie. Un caso, un terribile scherzo del destino, nient’altro. Quando, dopo qualche tempo, proprio mentre Liam sta cercando di rimettere insieme i pezzi della sua esistenza, il misterioso suicidio del vecchio farista dà il via a una serie di macabri avvenimenti che faranno sprofondare l’isola in un vero incubo.
Sono queste le premesse di The Stone. La settima pietra, l’ultimo romanzo di Guido Sgardoli, che in questa sua ultima opera ha deciso di confrontarsi con il thriller. Medico veterinario e affermato scrittore di libri per ragazzi – ha vinto il Premio Andersen nel 2009 e nel 2015 – Sgardoli ha già pubblicato tanti successi con i maggiori editori italiani, tra cui L’isola del Muto, The Frozen Boy, Il giorno degli eroi e il divertentissimo Il grande libro degli Sgnuk. Oltre alle tante raccolte di storie e alle riduzioni di classici per ragazzi, curate per le Edizioni EL. Ma è in questo suo nuovo romanzo che la scrittura fluida di Sgardoli dà vita a una trama sorprendente e originale, portandoci a toccare con mano le emozioni che si muovono nel cuore del piccolo Liam.

Ed è proprio seguendo Liam, sotto il faro in cui si è impiccato il farista, che scopriamo una pietra con strane incisioni, simile a quella che sua madre aveva nascosto nella serra. Due pietre misteriose che, se accostate, diventano una cosa sola… Liam chiede aiuto ai suoi amici, ma l’incubo in cui è caduta l’isola sembra divorare tutto e tutti, mentre fanno la loro comparsa nuovi frammenti della pietra, che sembra esercitare un oscuro potere sulle persone. Da leggere tutto d’un fiato.

Dettagli

Didascalie immagini

  1. La copertina del libro
  2. Guido Sgardoli. (fonte)

IN COPERTINA:
La copertina del libro e l’autore

Titolo: The Stone. La settima pietra
Autore: Guido Sgardoli
Editore: Piemme
Collana: One Shot
Anno edizione: 2017
Pagine: 552