Nel fine settimana – sabato 1 e domenica 2 giugno – oltre duecento parchi e giardini in tutta Italia parteciperanno alla settima edizione di Appuntamento in giardino, la festa che celebra il patrimonio “culturale vivo” della Penisola, in concomitanza con iniziative analoghe promosse in altri venti Paesi europei.

L’iniziativa è proposta dall’APGI – Associazione Parchi e Giardini d’Italia – e il tema scelto per il 2024 è “I cinque sensi in giardino” per sollecitare la possibilità di scoprire gli spazi verdi d’Italia – molti dei quali custodi di una lunga storia – con il coinvolgimento di tutti i sensi, così da apprezzarne al meglio il valore artistico, botanico e paesaggistico, ma anche sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di curare, restaurare e proteggere il patrimonio verde.

Anche il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano – aderisce all’iniziativa quindi, sono più di trecento gli eventi proposti per mettere a frutto le competenze di giardinieri, botanici, paesaggisti, proprietari privati e gestori pubblici, importanti fondazioni e realtà associative per mostrare la rilevanza culturale e ambientale.

Dettagli

Didascalie immagini

(fonte APGI)

  1. scorcio del Giardino della Valle, via Plinio, botanico creato da una discarica da Nonna Pupa fin dagli anni Ottanta è ora un’oasi di pace nel centro di Cernobbio. In occasione di Appuntamento in giardino si svolgerà il percorso sensoriale fino al parco del Museo di Villa Bernasconi
  2. scorcio all’interno della Casa delle Erbe e delle Agriculture della Locride, è un insieme di stanze verdi distinte e comunicanti, che costituiscono un modello unico e un laboratorio culturale e colturale permanente che, dal 2017, con la nascita dell’omonimo Circolo culturale, è aperto alla fruizione pubblica e ad attività partecipate. La tutela della biodiversità botanica e paesaggistica è una delle finalità principali, a partire da un nucleo di attività di riconoscimento, catalogazione, monitoraggio e utilizzazione delle erbe spontanee e delle loro proprietà alimurgiche, curative, estetiche e creative, dei frutti autoctoni e dei fiori che il microclima del luogo, favorito dalla amenità di una valle equidistante e vicinissima all’Aspromonte come al mar Ionio, elargisce in ogni stagione. Immerso nel verde e delimitato da due ruscelli è il giardino terapeutico elementale; un’oasi di benessere non confezionato per chi voglia usufruire di riposo salutare, alimentazione selvatica e cure naturali, oppure partecipare ai percorsi sensoriali o connettersi alla dimensione magica della Natura in celebrazioni rituali e cicliche stagionali.

In copertina uno scorcio del Carruba Garden di Bisceglie, un giardino secco di macchia mediterranea, ispirato al karensansui, o giardino secco giapponese. Nella progettazione del giardino, l’idea perseguita non è stata quella di copiare la natura, ma di dare un senso di natura utilizzando erbe e piante che conferiscono spontaneità al giardino, e che consentono al fruitore un’esperienza immersiva in un paesaggio naturalistico in continua metamorfosi.

Dove e quando

Evento:

Indirizzo:
[Guarda su Google Maps]

Date: 01 Giugno, 2024 - 02 Giugno, 2024