Una bella sfida, quella di portare la musica classica in luoghi poco convenzionali, più esattamente in miniera, la sera, a conclusione di una giornata trascorsa nuotando nelle acque cristalline dell’Isola d’Elba.
Miniera del Ginevro, Isola d'Elba (veduta diurna durante il Magnetic Festival)
Dal 9 al 24 luglio prossimi il Magnetic Festival propone un cartellone che spazia dall’opera, alla musica da camera, alle contaminazioni tra jazz e musica classica.
La miniera è quella Ginevro, in disuso da oltre trentacinque anni dopo appena dieci attività. Si trova sul Monte Calamita nel giacimento di magnetite – il minerale di ferro che si estraeva fin dall’antichità – più grande d’Europa, un palcoscenico naturale a picco sul mare di fortissima suggestione.
Magnetic-festival
La serata inaugurale di questa terza edizione – domenica 9 luglio alle ore 22 – è affidata ai Cameristi della Scala. Con loro, un soprano di fama internazionale, Barbara Massaro, e il giovane violinista Davide Alogna.
I due appuntamenti sucessivi saranno, sempre alle ore 22, ma in Piazza Matteotti a Capoliveri. Mercoledì 12 luglio è in programma Il giardino dell’Amore, Orchestra da Camera Europea composta da giovani musicisti specializzati in musica italiana barocca del Diciassettesimo e Diciottesimo Secolo. Insieme a loro anche il soprano Natalia Kawalek.
Domenica 16 luglio si esibirà il Coro dell’Opera di Parma con un repertorio che comprende le principali opere dell’Ottocento.
Il giorno successivo, lunedì 17 luglio, alle 21.30, il festival tornerà nella Miniera del Ginevro per “La Traviata” di Giuseppe Verdi con l’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane diretta da Stefano Giaroli, il Coro dell’Opera di Parma, il soprano Scilla Cristiano nel ruolo di Violetta e il tenore Marco Ciaponi nel ruolo di Alfredo.
Giovedì 20 luglio, alle 22, la miniera ospiterà invece Nigel Kennedy che, oltre a proporre le versioni jazz delle opere di Bach del suo progetto “Bach meets my world”, completerà il repertorio con sue composizioni, sempre in bilico tra jazz, classica e folk.
Miniera-del-ginevro 4 m
Sabato 22 luglio – in Piazza Matteotti alle ore 22 – un concerto dell’Orchestra Sinfonica “Terre Verdiane”. Fondata nel 2003 dal Maestro Stefano Giaroli per valorizzae giovani musicisti provenienti principalmente dall’Emilia Romagna, l’Orchestra Sinfonica Cantieri d’Arte è l’orchestra ufficiale delle produzioni Liriche di Fantasia in RE e negli anni ha acquisito un vastissimo repertorio operistico, che va dalla quasi totalità delle opere verdiane a tutto Puccini, dalle opere italiane di Mozart a Carmen, dalle opere buffe di Rossini a tutto il più significativo verismo italiano. Non mancano opere meno eseguite come Werther di Massenet e Adriana Lecouvreur di Cilea.
Miniera-del-ginevro m
Lunedì 24 luglio dalle ore 21.30 gran finale alla Miniera del Ginevro con un’altra opera, l’ “Aida” di Giuseppe Verdi con l’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane diretta da Stefano Giaroli, il Coro dell’Opera di Parma, il soprano Renata Campanella nel ruolo di Aida e il tenore Alberto Profeta nel ruolo di Radamès.
Restauro-organo
Per ogni ulteriore informazione rimandiamo al sito ufficiale e concludiamo segnalando come gli organizzarori si siano dati anche un importante e ambizioso obiettivo: i fondi raccolti durante i concerti  e i mattinée saranno destinati al restauro dell’antico Organo a canne del 1738 che si trova nel Santuario della Madonna delle Grazie di Capoliveri, visitato ogni anno da molti turisti e particolarmente amato dagli abitati del luogo. E’ stato contattato Luigi Tronci – discendente del maestro organaro Filippo Tronci che l’aveva realizzato – ed è stato già presentato il progetto a Samuele Maffucci, organaro esperto nella conservazione e restauro di organi antichi, e a Massimo Drovandi, noto restauratore di manufatti antichi lignei, che si sono resi disponibili a riportarlo all’antico splendore.

Dettagli

Miniera del Ginevro, Isola d'Elba (foto: courtesy Maggyart Associazione Culturale Artistica) Miniera del Ginevro, Isola d'Elba (veduta diurna durante il Magnetic Festival) (foto: courtesy Maggyart Associazione Culturale Artistica) Magnetic Festival Miniera del Ginevro, Isola d'Elba (veduta nottura durante il Magnetic Festival) (foto: courtesy Maggyart Associazione Culturale Artistica) Miniera del Ginevro, Isola d'Elba (veduta notturna durante il Magnetic Festival) (foto: courtesy Maggyart Associazione Culturale Artistica) Organo a canne del 1738 del Santuario della Madonna delle Grazie di Capoliveri (foto: courtesy Maggyart Associazione Culturale Artistica)

Dove e quando

Evento:

Indirizzo:
[Guarda su Google Maps]

Date: 20170709 - 20170724