Sono trascorsi solo tre anni dal concorso per giovani direttori d’orchestra del Festival di Salisburgo quando la giuria internazionale, presieduta da Dennis Russell Davies, premiò il venticinquenne svizzero Lorenzo Viotti, figlio di Marcello, prematuramente scomparso nel 2005 quando era direttore dell’Orchestra della Fenice.

Sul podio competenza, sicurezza e gesti eleganti, da allora è stato invitato a dirigere importanti complessi sinfonici, designato miglior direttore emergente agli International Opera Awards 2017, oggi conteso dalle maggiori orchestre europee.
Abbiamo avuto modo di apprezzare Lorenzo Viotti anche in primavera a Firenze e l’estata scorsa a Pordenone mentre, da domani, con tre date della stagione sinfonica, lo attende il podio la Filarmonica della Scala con un programma di ampio respiro che rivelerà le sue eccellenti qualità.
Segnaliamo che il 15 e 17 marzo 2019 tornerà nel teatro scaligero per Roméo et Juliette di Charles Gounod.

Didascalia immagine nel testo e in copertina
Lorenzo Viotti
foto © M+írcia Lessa

Filarmonica della Scala

Direttore Lorenzo Viotti

Programma

  • Richard Wagner  Siegfried Idyll
  • Sergej Rachmaninov L’isola dei morti op. 29
    poema sinfonico
  • Claude Debussy Prélude à l’après-midi d’un faune
    poema sinfonico
  • Aleksandr Skrjabin Le poème de l’extase op. 54
     

domenica 28, martedì 30 e mercoledì 31 ottobre 2018
ore 20

Dove e quando

  • Date : 28 October, 201831 October, 2018
  • Indirizzo: Teatro alla Scala – Via Filodrammatici, 2 – Milano