Alla Fenice fervono i preparativi per una ripartenza a pieno regime ormai alle porte. In tale attesa sono stati programmati quattro concerti trasmessi in diretta streaming sui canali YouTube, Facebook e Instagram del Teatro. Protagonisti i professori d’Orchestra e gli artisti del Coro della Fenice.
Concerti senza pubblico, a porte chiuse, ma fruibili gratuitamente tramite web grazie alla trasmissione in diretta dalla Sala grande di Campo San Fantin.

I quattro appuntamenti sono una sorta di ‘prova generale’ per la ripresa ufficiale della programmazione dal vivo con pubblico in sala. La musica dei veneziani Antonio Vivaldi e Tomaso Albinoni hanno inaugurato la rassegna streaming, nel concerto dell’altro ieri, giovedì 18 giugno, con Roberto Baraldi primo violino concertatore. Sono stati eseguiti tre Concerti per archi e basso continuo del Prete Rosso – il Concerto in la minore per due violini, archi e basso continuo op. 3 n. 8 RV 522, il Concerto in sol minore per archi e basso continuo RV 156 e il Concerto in si minore per quattro violini, violoncello, archi e basso continuo op. 3 n. 10 RV 580 – e lo splendido Adagio in sol minore di Albinoni. L’organico comprendeva Alessandro Cappelletto, Livio Troiano, Nicola Fregonese ai violini solisti, Alessandro Zanardi al violoncello e Roberta Ferrari al clavicembalo.
Nel concerto successivo, quello di ieri, venerdì 19 giugno, il palcoscenico è stato per gli ottoni dell’Orchestra e per le voci del Coro del Teatro La Fenice, che hanno proposto un programma originale aperto dalla Fanfare for a common Man di Aaron Copland e poi composto da musiche di Claudio Monteverdi, Giovanni Gabrieli e Johann Sebastian Bach: in particolare sono state eseguiti la Toccata dall’Orfeo di Monteverdi; di Gabrieli la Canzon septimi toni e la Canzon Duodecimi toni, la Sonata Pian e Forte, i Canon 27 e 28, La spiritata per ottoni e l’«Angelus domini» per coro; di Bach il mottetto per coro a cappella «Jesu meine Freude» BWV 227; infine ancora del «divino Claudio», il Vespro della Beata Vergine per ottonii.
Quello di questa sera, sabato 20 giugno alle ore 20:00, sarà invece un concerto composto da musiche di grande attrattiva: l’Orchestra del Teatro La Fenice guidata dal primo violino concertatore Enrico Balboni eseguirà una carrellata di pezzi classici tra i più popolari, dall’Allegro della Serenata in sol maggiore KV 525 Eine kleine Nachtmusik al Canone in re maggiore di Johann Pachelbel, dall’Aria cosiddetta ‘della quarta corda’ dall’Ouverture in re maggiore BWV 1068 di Johann Sebastian Bach al Valzer dalla Serenata per archi op. 48 di Pëtr Il’ič Čajkovskij, dall’Adagio per archi di Samuel Barber all’Ave Maria di Franz Schubert, con un gran finale affidato alla Pizzicato Polka di Johann e Josef Strauss e al tango di Astor Piazzolla, con Oblivion e Libertango.
Domani, 21 giugno, quarto e ultimo concerto streaming, in programma alle ore 19:00, vedrà l’Orchestra del Teatro La Fenice eseguire due grandi classici del repertorio: la Serenata in mi bemolle maggiore op. 7 di Richard Strauss e la Serenata n. 10 in si bemolle maggiore KV 361 Gran Partita di Wolfgang Amadeus Mozart.

Dove e quando

Evento: Teatro La Fenice – Campo San Fantin, 1965 – Venezia
  • Fino al: – 21 June, 2020