Oltre a ricordare come oggi, in occasione della  Giornata internazionale della danza, sono previste iniziative e spettacoli in streaming da tutto il mondo, segnaliamo che, per la prima volta il Maggio Musicale Fiorentino “andrà in scena” virtualmente e in diretta con un grande concerto di canto con artisti di caratura internazionale tra cui Cecilia Bartoli, Vittorio Grigolo, Roberto Alagna, Diana Damrau, Ludovic Tézier, Francesco Meli, Lisette Oropesa, Luca Salsi, Thomas Hampson, Krassimira Stoyanova, Michele Pertusi, Eva Mei, Leo Nucci, Sonya Yoncheva, Fabio Sartori, Saioa Hernández e la lista non è ancora completa.
Alexander Pereira, sovrintendente del Maggio, aprirà e condurrà la serata dal palcoscenico del teatro chiamando gli artisti che, in streaming, si esibiranno dalle proprie abitazioni, ma “anche” come se fossero sul palco del Maggio da dove partirà il segnale verso le piattaforme social del teatro e da queste verso il pubblico.
«Vogliamo portare un po’ di vita al teatro e perciò abbiamo chiesto a questi artisti la disponibilità di offrire al pubblico un concerto in streaming – ha spiegato il sovrintendente – i cantanti saranno tutti live e io avrò il ruolo di “ cicerone” per condurre la serata. Ognuno canterà ciò che più ama, ci sarà un po’ di “follia” e un po’ di improvvisazione, ma con uno spirito positivo per trasmetterci energia; i più grandi cantanti saranno con noi e questo è un bel segnale per il nostro Maggio”. “Abbiamo pensato – continua  il sovrintendente – che essere sul palcoscenico della nostra grande sala, mentre stabiliamo il contatto con i cantanti e li chiamiamo per esibirsi, è molto significativo perché se loro sono a casa propria e il pubblico è sul proprio divano, il Maggio è per noi la nostra casa.»

Il progetto non si ferma qui. Sono previsti altri appuntamenti oltre al concerto del primo maggio: fino al termine di luglio saranno organizzate altre serate dedicate a Giuseppe Verdi, a Giacomo Puccini e a Wolfgang Amadeus Mozart. In questi concerti successivi troveremo molti dei cantanti che sentiremo nella prima occasione, ma a loro molti altri si uniranno nei prossimi concerti a tema.
«Parallelamente abbiamo in serbo altre attività – ha aggiunto Alexander Pereira – un progetto molto significativo coinvolge una decina dei più importanti compositori contemporanei che hanno deciso di dedicare delle nuovissime loro composizioni scritte appositamente per lo streaming e per il Maggio Fiorentino. Sono state destinate tutte a questo momento che tutto il mondo sta condividendo. I compositori hanno scritto e scriveranno per il nostro coro e per la nostra orchestra. Tra i nomi di questa rosa internazionale posso anticipare Salvatore Sciarrino, Giorgio Battistelli, Marc-André Dalbavie che ci ha già consegnato due pezzi. Inoltre desideriamo coinvolgere il coro e il coro di voci bianche con il maestro Fratini sul tema delle canzoni popolari e poi in collaborazione con la Fondazione Cini di Venezia affronteremo con l’Orchestra, sia per lo streaming inizialmente e successivamente anche live in teatro, tutta la produzione da camera di Antonio Vivaldi. É un periodo di riflessione questo e possiamo pensare a strade che durante un periodo di normale attività non avremmo probabilmente potuto considerare.»
La trasmissione avrà luogo in diretta dal Maggio Musicale Fiorentino, venerdì 1 maggio alle ore 21 e sarà disponibile sul sito del Teatro e in contemporanea su tutte le piattaforme social Facebook, Instagram, Twitter.

Ricordiamo, infine, che la programmazione di #noisiamoilmaggio – La nostra musica per stare insieme, prosegue per la settima settimana consecutiva, portando nelle case degli appassionati, ogni sera alle ore 20:00, una rassegna di grandi concerti e opere liriche in streaming gratuito sulla pagina Facebook del Teatro. Un’iniziativa che nel primo mese e mezzo ha già superato abbondantemente il mezzo milione di visualizzazioni. Clicca qui per il programma completo che, per questa sera a richiesta del pubblico, prevede il ritorno de L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini nella storica edizione registrata l’11 giugno 1960 al Teatro della Pergola. Già proposto due settimane fa come parte di un ciclo in tre titoli dedicato a Fedora Barbieri nell’anno del centenario della nascita del grande mezzosoprano, la registrazione immortala l’indimenticabile interpretazione di Barbieri nel ruolo di Isabella. Nel cast anche Paolo Washington, Nicola Monti, Renata Ongaro e Marcello Cortis.

Didascalie immagini 
courtesy Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

  1. veduta interna del teatro
  2. #noisiamoilmaggio – La nostra musica per stare insieme

In copertina
veduta dell’ingresso del teatro