Il nostro Paese non finisce mai di sorprenderci e, più lo si conosce, più si scoprono angoli incantevoli. Como, per esempio, è una di quelle destinazioni per chi cerca di coniugare la belleza respirandone la magia e il suo duomo, da solo, vale il viaggio. 
John Addington Symonds in Sketches in Italy, 1870-1880, scriveva: “Il Duomo di Como è forse l’edificio più perfetto che esista in Italia poiché incarna la fusione dello stile Gotico e Rinascimentale, entrambi nelle loro espressioni migliori e nella loro più squisita sobrietà. Lo stile Gotico termina nella navata. I nobili transetti e il coro, che conducono a tribune dalla forma arrotondata delle stesse dimensioni, sono in un semplice e decoroso stile bramantesco.
Veduta estrena facciata duomo di como
I passaggi da uno stile all’altro sono riusciti felicemente ed è stata raggiunta un’armonia tale da non creare alcuna dissonanza. Ciò che chiamiamo Gotico è qui concepito con uno spirito tipico del Sud, senza la complessità efflorescente od immaginifica degli elementi architettonici multipli; mentre lo stile Rinascimentale, utilizzato da Tommaso Rodari, non si è ancora irrigidito nel neo-latinismo inespressivo del tardo Cinquecento, ma è contraddistinto da una delicata inventiva e dalla piacevole subordinazione del dettaglio decorativo all’effetto architettonico. In queste condizioni felici abbiamo la sensazione che lo stile gotico della navata, con la sua superiore severità e la sua solennità, venga a dilatarsi nelle lucide armonie del coro e dei transetti come un fiore che sboccia.
Veduta interna cupola duomo di como
Nella prima la mente è condotta verso la meditazione interiore ed il timore religioso, nel secondo il fedele passa attraverso il tempio della fede chiara ed esplicita, come un iniziato neofita che venga introdotto al significato dei misteri.”
Scorcio da una-villa affacciata sul lago di como
Passeggiare lungo le mura medievali alla scoperta dei monumenti storici più conosciuti. Sul lungolago ,il Tempio Voltiano racconta la vita e le opere dello scienziato Alessandro Volta mentre Villa Olmo è spesso sede di prestigiose mostre d’arte. Tanto, di tutto, ma saranno la natura e gli spazi aperti a “stregarvi”.
Da piazza De Gasperi parte una funicolare vi porterà a settecento metri, a Brunate (il Balcone delle Alpi) dove, nelle giornate limpide, non solo l’Eremo, ma anche dai numerosi punti panoramici, lo sguardo può abbracciare l’arco Alpino.
Scorcio durante la navigazione del lago di como
Irrinunciabile una mini crociera per ammirare ville e giardini botanici che si affacciano sull’acqua fra l’altro, i battelli, sono un comodo mezzo pubblico per spostarsi da una sponda all’altra. Per gli amanti del trekking esisto percorsi per ogni livello di allenamento, in città e provincia infatti, la Green Way attraversa i borghi di Colonno, Sala Comacina e Ossuccio in centro lago ed è adatta anche ai principianti. 
Paesaggio lariano
Invece, il sentiero delle 4 Valli, lungo cinquanta chilometri tra il Lario e il Ceresio, è consigliato ai più allenati. Per chi desidera avventurarsi per un paio di giorni di trekking non molto impegnativo, l’itinerario giusto è la Dorsale del Triangolo Lariano.
Veduta del lago di como da villa balbianello
L’occasione giusta per partire potrebbe essere il prossimo Festival Como Città della Musica in programma dal 29 giugno al 16 luglio 2017, venti giorni di eventi in Arena e per tutta la città, sconfinando, per questa decima edizione, anche nei comuni limitrofi.
Uno-due-cento passi festival
Sarà Nabucco di Giuseppe Verdi ll’opera inaugurale, ma tanti altri sono i generi di spettacolo che si alterneranno, dalla sera alla mattina, dal tramonto all’alba, un Festival che nasce e si addormenta solo per poche ore.. (clicca per accedere al programma completo) durante le quali, se proprio cercate qualcosa di diverso, chiedete agli esperti piloti dell’Aero Club di partecipare a uno dei voli introduttivi per il brevetto di pilota di idrovolanti!

Dettagli

foto © Cinzia Colzi

Una veduta durante la navigazione del Lago di Como Veduta della facciata del duomo di Como Veduta interna della cupola del duomo di Como Albero secolare di una delle ville affacciate sul Lago di Como Scorcio durante la navigazione del Lago di Como Paesaggio lariano (nel comune di Merone) Veduta dal giardino di Villa Balbianello 'uno, due...cento passi' locandina edizione 2017 del Festival Como Città della Musica

Dove e quando

Evento:

Indirizzo:
[Guarda su Google Maps]

Date: 20170629 - 20170716