Cari Bambini.
Non so se anche per voi sia stata una pessima notizia quella di non poter tornare a scuola fino a settembre.
Riflettevo anche sul fatto che non potremo attendere con soddisfazione le meritate vacanze perché, queste lunghissime giornate, seppur piene di impegni e doveri di studio, non riescono a dare neppure la minima parte della gioia della normalità della vita di studente.
Ve lo sareste immaginati tre mesi fa di rimpiangere la sveglia che suona, il sacrificio di alzarsi, lavarsi, vestirsi, colazionare in tutta fretta e correre a scuola?
Che belle quelle ore a scuola, che soddisfazione un gran bel voto dopo l’ansia dell’interrogazione.
Su, su non demoralizziamoci e concentriamoci su questo nuovo modo di studiare e cerchiamo di ottenere una strepitosa pagella nonostante tutto.
Rimpiangendo la sveglia, mi è venuto in mente, a chi ha fratelli o sorelle molto piccoli, di suggerire la lettura di “Signor Sveglia, Signor Sonno” una fiaba allegra inventata da Carmela Cipriani (editore Skira).
Si tratta della storia di due tipi davvero particolari – appunto il Signor Sveglia e il Signor Sonno – che vivono su un’isola chiamata Melamelandia.
Questi protagonisti sono due personaggi che scandiscono il tempo, dividono il sole dalla luna, lo stress dal sogno, la luce dal buio, il lavoro dal piacere dell’abbandono.
Vivono ogni giornata con entusiasmo: il Signor Sveglia di mestiere fa lo spacca ore ed è l’incubo delle massaie, delle mamme, dei bambini e di quelli che lavorano di notte. Porta al polso un orologio infernale con le lancette delle ore, dei minuti, dei secondi e dei millesimi di secondo. Ogni giorno fa il giro delle case per svegliare tutti. A casa sua non ci sono letti, ma solo orologi. Orologi a cucù, orologi a pendolo, orologi a ore, orologi subacquei, orologi a tic tac, orologi a pile, orologi vecchi e orologi nuovi.

Invece, il Signor Sonno è benvoluto da grandi e piccini; è uno sregolato, un nottambulo, un sognatore. Vive in una casa arredata solo con letti. Letti di ogni tipo: a baldacchino, a castello, letti con materassi di lana e cuscini di piuma, letti singoli e letti doppi, divani letto e poltrone letto. Ha anche una gran quantità di comodi cuscini e nessun orologio in giro. Porta un sacco sulle spalle, pieno zeppo di pecorelle soffici e felici che presta ai bambini che non vogliono dormire.

Questa è la loro storia e la sua autrice l’ha destinata al progetto “LAD Cure & Care”, il laboratorio creativo realizzato all’interno del reparto di oncologia pediatrica del Policlinico Universitario di Catania cui è donata parte del ricavato del libro. Inoltre, i piccoli pazienti-artisti hanno dato nuova vita al racconto arricchendolo con le loro opere perché hanno disegnato il Signor Sveglia e il Signor Sonno liberando la propria fantasia. Bravi!

Didascalie immagini
alcune opere dei piccoli pazienti-artisti
– del laboratorio creativo realizzato all’interno del reparto di oncologia pediatrica del Policlinico Universitario di Catania – che hanno illustrato il volume
courtesy Skira

Carmela Cipriani
Signor Sveglia Signor Sonno
48 pagine 
Skira editore
ISBN 978-88-572-4167-8
(parte del ricavato l’autrice lo ha destinato
al progetto “LAD Cure & Care”)