Paolo Pastres si dedica allo studio della letteratura artistica del Diciottesimo secolo e le sue ricerche si sono rivolte all’analisi della storiografia artistica sei e settecentesca, specialmente al sistema delle scuole pittoriche. Un particolare riguardo lo dedica da tempo alla figura di Luigi Lanzi avendo curato l’edizione del Taccuino lombardo (nel 2000) e l’Epistolario con Mauro Boni (nel 2009).
Sempre con la Casa Editrice Leo S. Olschki è di recentissima pubblicazione “Luigi Lanzi a Udine (1796-1801). Storiografia artistica, cultura antiquaria e letteraria nel cuore d’Europa tra Sette e Ottocento“.
Luigi Lanzi è noto per la «Storia pittorica della Italia» (1792, 1795-1796, 1809), indubbiamente uno dei capolavori della ‘Kunstliteratur’ settecentesca, ancora oggi riferimento imprescindibile per gli storici della produzione figurativa italiana.
In ambito etruscologico spiccano il Saggio di lingua etrusca e di altre antiche d’Italia (1789) e quello Dei vasi antichi dipinti volgarmente chiamati Etruschi (1806) dove dimostrò le derivazioni dell’arte etrusca da quella greca.
Per cinque anni, dal 1796 al 1801, Lanzi visse a Udine, costretto dagli eventi che avevano investito l’Europa e si dedicò soprattutto alla revisione della Storia pittorica, appena pubblicata, avviandone una nuova edizione, la definitiva, che apparirà solo nel 1809.
Nel periodo udinese, finora poco indagato, furono molti gli scritti di Lanzi a carattere antiquario e spirituale e, il nuovo volume di Pastres, attraverso un’ampia serie di interventi, ricostruendo le circostanze del soggiorno e la fitta rete di rapporti instaurati, offre molte novità sulla sua biografia e gli studi. Viene anche affrontata la fortuna europea della Storia pittorica, la quale ha goduto di diverse traduzioni.  
Pur nell’ampia bibliografia dedicata a Lanzi, il libro è un’opera di rilievo e originalità per approfondirne il pensiero, specialmente come storico della pittura italiana, e cogliere l’interesse della sua residenza a Udine a cavallo tra Sette e Ottocento.
 

Didascalie immagini

  1. la copertina del volume

In copertina
il profilo di Luigi Lanzi (fonte)
sullo sfondo Udine, chiesa di Sant’Antonio Abate e Palazzo Vescovile (fonte)

 

Luigi Lanzi a Udine (1796-1801)
Storiografia artistica, cultura antiquaria e letteraria nel cuore d’Europa tra Sette e Ottocento

a cura di Paolo Pastres
Biblioteca dell’«Archivum Romanicum».
Serie I: Storia, Letteratura, Paleogra a, vol. 501
Pagine 294
Olschki Editore