In attesa di capire se e come le librerie potranno riaprire (nel Lazio ad esempio lo faranno – forse – tra qualche giorno) abbiamo fortunatamente molte possibilità per continuare a leggere: tra i libri che abbiamo già sui nostri scaffali (sì, anche quelli che ci hanno regalato e che non avremmo altrimenti mai scelto… perché non regalarsi qualcosa del tutto lontana dai nostri interessi? Magari ne scopriremo di nuovi), quel classico che da tanto vogliamo affrontare senza mai aver trovato tempo e coraggio per farlo, quelli che possiamo sfogliare in versione elettronica (molti editori in questi giorni applicano sconti o permettono di scaricare liberamente alcuni dei loro volumi) e quelli che invece possiamo farci consegnare direttamente a casa, c’è solo l’imbarazzo della scelta. E, se non sapete cosa scegliere, eccovi qualche idea:

Katharina von Arx, La viaggiatrice leggera, L’orma editore.
È nell’estate del 1953 che la giovane autrice si imbarca a Genova per raggiungere l’Oriente: con sé porta solo una piccola sacca, una tavolozza e un ukulele. Con questi presupposti, il libro non può che essere godibilissimo, ironico e sorprendentemente moderno. Per chi, anche in quarantena, non vede l’ora di rimettersi in viaggio.

Kevin Hobbs & David West, La storia degli alberi e di come hanno cambiato il nostro modo di vivere, Ippocampo Edizioni.
I due autori hanno lavorato per anni nel più grande vivaio del Regno Unito: chi meglio di loro può allora accompagnare il lettore nella scoperta degli alberi e della loro storia? Dai primi utensili in legno di bosso costruiti dall’uomo di Neanderthal al sughero che viene usato come isolante per i veicoli spaziali, il libro è un’ulteriore riprova di quanto gli alberi siano essenziali per la nostra vita. Per i pollici verdi, o aspiranti tali.

Manuela Salvi, Carolina D’Angelo, Alida Massari, Raffaello e la Fornarina, Edizioni Lapis.
Anche se forse, in altre faccende affaccendati, gli anniversari ci sono passati di mente, il 2020 è pur sempre l’anno che celebra i cinquecento anni dalla morte di Raffaello. Grandi e piccini ameranno allora questo bell’albo illustrato che ci racconta dell’amore del pittore per la bella Margherita. Per romantici.

Paolo Preto, Falsi e falsari nella storia. Dal mondo antico a oggi, Viella.
Tra quelli più celebri c’è senza dubbio la donazione di Costantino; ma il mondo, l’arte e la storia sono in realtà piene di falsificazioni e falsari più o meno noti. Questo libro mette allora insieme falsi atti diplomatici, lettere, testamenti, documenti storici, epigrafi e opere d’arte, in un filo rosso che parte dall’antichità e arriva fino a giorni nostri. Perfetto per i creduloni.

Woody Allen, A proposito di niente, La nave di Teseo.
Chi ama i suoi film non può non leggere questa autobiografia dove si ritrova tutta l’ironia, ma anche le manie, le idiosincrasie, le passioni del regista più newyorkese che esista. Menzione d’onore alla traduzione di Alberto Pezzotta, che oltre ad essere traduttore è anche critico cinematografico. Per i cinefili, e per chi si emoziona di fronte allo skyline della Grande Mela.