Chi vive a Roma magari non se ne accorge, abbagliato dalla grandezza di altri artisti, altri architetti, altre epoche, ma spesso ci ritroviamo a passeggiare letteralmente circondati da architetture sulle quali ha messo le mani Antonio da Sangallo il Giovane, carpentiere fiorentino nato sotto una buona stella (gli zii materni, giova ricordarlo, sono Giuliano e Antonio il Vecchio) che nell’Urbe trova da subito la sua patria d’elezione…qualche esempio?
San Pietro, oppure palazzo Farnese, santo Spirito in Sassia o santa Maria di Loreto, villa Madama, il banco di Santo Spirito o la chiesa degli Spagnoli, san Giovanni dei Fiorentini o palazzo Sacchetti sono solo alcuni dei luoghi che lo hanno visto lavorare. E ne ho citati solo alcuni…
Giusto quindi che Maria Beltramini, docente di architettura a Tor Vergata  e Cristina Conti (dottoranda in storia dell’arte presso la stessa università) abbiano dedicato la loro attenzione proprio a questo artista, dando alle stampe Antonio da Sangallo il Giovane. Architettura e decorazione da Leone X a Paolo III, appena pubblicato da Officina Libraia; il volume raccoglie dodici saggi inediti – redatti da specialisti della materia ma anche da giovani studiosi – che si sono interessati ai diversi aspetti della produzione di questa personalità, certamente tra i protagonisti indiscussi della scena architettonica romana tra l’inizio del Cinquecento e il pontificato di Paolo III Farnese, che ne fece quasi il suo artista feticcio, come sottolineato anche da Giorgio Vasari (“trovandosi monsignor reverendissimo Farnese con tanta sodisfazione servito in tante opere da Antonio, fu costretto a volergli bene, e di continuo gli accrebbe amore, e sempre che poté farlo, gli fece favore in ogni sua impresa”), affidandogli alcune delle più importanti committenze del suo pontificato, con risultati che ancora oggi sono sotto gli occhi di tutti. 

a cura di Maria Beltramini e Cristina Conti

Antonio da Sangallo il Giovane. Architettura e decorazione da Leone X a Paolo III

Officina Libraria

pp. 184 

Dove e quando