L’insieme dei monumenti religiosi paleocristiani e bizantini di Ravenna è di importanza straordinaria in ragione della suprema maestria artistica dell’arte del mosaico. Essi sono inoltre la prova delle relazioni e dei contatti artistici e religiosi di un periodo importante della storia della cultura europea.”

Ravenna 20 anni unescoCon questa motivazione, il 7 dicembre 1996, l’Assemblea del Centro del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO iscrisse i monumenti paleocristiani e bizantini di Ravenna nella Lista del Patrimonio dell’Umanità. Da quel momento il Mausoleo di Galla Placidia, il Battistero Neoniano, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, il Battistero degli Ariani, la Cappella Arcivescovile, il Mausoleo di Teoderico, la Basilica di San Vitale e la Basilica di Sant’Apollinare in Classe, non sono stati più solo patrimonio di Ravenna, ma dell’umanità intera e delle future generazion.
Fra le destinazioni per il ponte del prossimo 8 dicembre, Ravenna  propone, in concomitanza con il venetennale, una serie di iniziative programmate fino a domenica e che si apriranno il 7 dicembre alle 16 a Palazzo Rasponi dalle Teste (Piazza J.F. Kennedy) con la lectio magistralis “Un patrimonio italiano. Beni culturali, paesaggio e cittadini” del Prof. Giuliano Volpe ordinario di Archeologia del Dipartimento di Studi Umanistici presso l’Università di Foggia.
Nelle giornate seguenti numerose visite guidate, concerti nelle basiliche e intrattenimenti musicali nelle splendide cornici dei siti UNESCO (programma completo).

Dettagli

Particolare locandina per le manifestazioni del ventennale

Dove e quando

Evento:

Indirizzo:
[Guarda su Google Maps]

Date: 07 Dicembre, 2016 - 11 Novembre, 2016