Un nuovo percorso è stato da poco inaugurato fra le bellezze del cuore d’Italia. Non si tratta di un sentiero o di un trekking fra le verdi colline dell’Umbria, ma di un percorso speciale che a Spoleto porta a visitare e scoprire nuove, insolite, visioni nei luoghi dello spirito della città. Nel Duomo, all’interno del Complesso Monumentale che comprende la Cattedrale, il Museo Diocesano e la Basilica di Sant’Eufemia, da poco tempo è stato inaugurato il percorso “Arte dello Spirito – Spirito dell’Arte” un itinerario che ha lo scopo di creare un percorso unitario fra i vari siti che si collegano alla Cattedrale in cui protagonista è la luce che accompagna il visitatore, sia all’interno che all’esterno della chiesa e degli altri luoghi di fede.

Quella del Complesso Monumentale è una lunga storia, una storia di fede, di arte e di cultura, una storia che si può leggere attraverso le pietre, ma è necessario anche andare al di là di quello che si vede immediatamente, per non perdere la luce che illumina un cammino di fede e di bellezza. D’altra parte la Cattedrale contiene vari capolavori, dalla facciata al pavimento alle cappelle, percorrendo stili e scuole, dall’arte delle origini al Romanico, dal Rinascimento al Barocco fino al Neoclassicismo; ma è anche luogo per eccellenza della spiritualità, con particolare riguardo alla Cappella delle Reliquie. Qui è custodito uno fra i più importanti cimeli francescani, la lettera autografa di san Francesco d’Assisi a frate Leone. Al santo, che ebbe la sua conversione a Spoleto, è dedicato anche un ciclo di affreschi ancora inedito, con l’episodio del lupo di Gubbio, che potrà essere ammirato dai visitatori durante la salita alla vista dell’abside.

Grazie al nuovo percorso e all’ausilio di una video-guida multilingua, si aprono al visitatore inedite visioni dall’alto, sia interne che esterne, sulla sommità dell’abside del Duomo e del campanile. L’itinerario di visita inizia al fianco destro della chiesa, dalla Cappella degli Eroli, vescovi di Spoleto, dedicata all’Assunta con affreschi di Jacopo Siculo raffiguranti Profeti e scene del Vecchio e Nuovo Testamento. Per la prima volta si potrà ammirare dall’alto anche il ciclo pittorico di Filippo Lippi nell’abside e salire sulla vetta del campanile, passando dalla terra al cielo come l’iconografia degli affreschi del pittore fiorentino, che partendo dall’ Annunciazione arriva alla Natività, dalla Morte della Vergine all’Assunzione fino alla rappresentazione dell’Empireo. In particolare, nella vista in prossimità dell’abside, si può meglio osservare l’affresco del catino con l’Incoronazione della Vergine.

Oltre alla visita della Cattedrale, sarà possibile proseguire il cammino al Museo Diocesano e alla Basilica di Sant’Eufemia. Fino a poco tempo fa è stata ospitata la mostra che ha raccontato il faticoso tentativo di rinascita delle chiese terremotate, anche attraverso il restauro operato sulla Madonna con Bambino in Ancarano di Norcia, realizzata alla fine del Quattrocento dallo scultore fiorentino Francesco di Simone Ferrucci, conosciuta come Madonna Bianca perché scolpita nel candido marmo. Il Museo diocesano, situato all’interno del palazzo Arcivescovile presenta opere disposte cronologicamente nelle sale di rappresentanza del palazzo, dette “appartamento del Cardinale”, con affreschi dalla seconda metà del Cinquecento. Alcuni capolavori dell’arte, dalle origini al Rinascimento fino al Barocco presentano Maestri spoletini, fiorentini, romani, dall’autore della Croce azzurra al Maestro di San Felice di Giano, da Neri di Bicci a Filippino Lippi, da Domenico Beccafumi al Cavalier d’Arpino fino Gian Lorenzo Bernini.

Il percorso è impreziosito da un altro gioiello, la chiesa di Sant’Eufemia, uno dei più notevoli edifici romanici dell’Umbria. Secondo alcuni studiosi la basilica sorge sull’area un tempo occupata dal palazzo dei Longobardi, eretto quando Spoleto fu eletta città ducale, e sarebbe l’evoluzione stessa della cappella palatina dei duchi longobardi dedicata alla stessa Sant’Eufemia.

Didascalie immagini

  1. Duomo di Spoleto
  2. Filippo Lippi, Incoronazione della Vergine
  3. Francesco di Simone Ferrucci da Fiesole, Madonna bianca
  4. Chiesa di Santa Eufemia

IN COPERTINA
Filippo Lippi, Incoronazione della Vergine
[particolare]

Dove e quando

Evento: Arte dello spirito – Spirito dell’arte.