La XXXVIII edizione del Rossini Opera Festival si terrà a Pesaro dal 10 al 22 agosto e, come spiegato dal Sovrintendente Gianfranco Mariotti, avrà la particolarità del massimo rigore musicologico e la massima apertura nel linguaggio teatrale. Un’edizione con forte impronta registica e le opere in calendario coprono l’intera gamma della produzione rossiniana, passando dal genere serio (Le siège de Corinthe) a quello semiserio (Torvaldo e Dorliska) per arrivare al buffo (La pietra del paragone). La stessa formula si ripeterà nel 2018 quando saranno proposte due nuove edizioni per Ricciardo e Zoraide” e Adina“, mentre per “Il barbiere di Siviglia” sarà ripresa dal celebre allestimento di Luca Ronconi del 2005.
Il Festival 2017 è intitolato ad Alberto Zedda recentemente scomparso e lo spettacolo di chiusura, Stabat mater, sarà preceduto dall’esecuzione del Preludio religioso della Petite messe solennelle, orchestrato dallo stesso Zedda.
Rossini Opera Festival, locandina 2017
Il Sovrintendente sottolinea altresì che l’edizione 2017 presenta due tratti rilevanti, in ambito musicale e artistico: “Il primo riguarda l’ingresso sulla scena della manifestazione pesarese dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, uno dei più importanti complessi italiani di livello internazionale. Il secondo aspetto, quello artistico, consiste nella presenza, accanto a bacchette illustri o in grande ascesa come quelle di Roberto Abbado, Daniele Rustioni e Francesco Lanzillotta, di un ventaglio di proposte registiche di eccezionale peso, rispondenti ai nomi de La Fura dels Baus, Pier Luigi Pizzi e Mario Martone.
2017 rossini opera festivalCome sempre, il Festival metterà in scena, oltre ai tre spettacoli d’opera altre numerose iniziative musicali, comprendenti il Festival giovane con il tradizionale Viaggio a Reims dell’Accademia Rossiniana. Grandissima attesa per il concerto dei tre tenori John Irvin / Sergey Romanovsky / Michael Spyres con la Filarmonica Gioachino Rossin diretta da David Parry (musiche da Armida, Ricciardo e Zoraide, Otello, Guillaume Tell, Semiramide, Zelmira).
Tornando alle opere, il Direttore artistico, Ernesto Palacio, sottolinea: “Una ragione della scelta delle tre opere è il fatto che tutti tre i titoli sono stati presentati finora al Rof una sola volta. Vi sono tuttavia per due di esse anche rilevanti motivi musicologici attuali. Ne Le siège de Corinthe avremo il ritorno a Pesaro di Roberto Abbado, protagonista in passato di ripetuti brillanti successi al Rof. Per la regia avremo il debutto del famoso gruppo catalano La Fura dels Baus con Carlus Padrissa e Lita Cabellut. Seguendo la linea di accostare nuovi talenti internazionali – anche per la prima volta al Rof  – ai nostri ex allievi dell’Accademia Rossiniana, il cast si compone di importanti presenze come Nino Machaidze, indimenticata protagonista de La gazza ladra del 2015, Luca Pisaroni, Sergey Romanovsky e Carlo Cigni, ai quali si aggiungono Cecilia Molinari, già presente ne Il Turco in Italia del 2016, Xabier Anduaga e Iurii Samoilov, ex allievi ormai frequentatori di palcoscenici prestigiosi.
Foto-prove-siege-2
La pietra del paragone vedrà il ritorno a Pesaro di Pier Luigi Pizzi, colonna portante del Festival per tanti anni con produzioni che hanno lasciato il segno. La sua famosa regia del 2002, particolarmente efficace nella sua attualizzazione, verrà adeguata ad un cast interamente rinnovato, ai nuovi spazi e alla parziale rielaborazione dell’allestimento scenico. A dirigere tornerà Daniele Rustioni, reduce dai successi nei principali palcoscenici internazionali. Nel cast avremo Aya Wakizono, ex Accademia, ormai lanciata nella grande carriera, il debutto di Gianluca Margheri, giovane artista già affermato in Italia e all’estero e il ritorno di artisti ben noti al nostro pubblico come Maxim Mironov, Davide Luciano e Paolo Bordogna, anche loro ex Accademia. A loro si aggiungeranno Marina Monzò e Aurora Faggioli provenienti dall’Accademia 2016.
Pesaro teatro-rossini
Per la ripresa di Torvaldo e Dorliska, nella prestigiosa regia di Mario Martone, avremo il debutto di Francesco Lanzillotta, giovane direttore in grande ascesa internazionale. Nel cast sono presenti figure di primo piano come Dmitry Korchak, Salome Jicia, Nicola Alaimo e Carlo Lepore, accanto a freschi affermati talenti come Raffaella Lupinacci e Filippo Fontana. Anche qui, ad eccezione di Korchak, tutti gli altri, anche i più noti, hanno alle spalle l’esperienza dell’Accademia Rossiniana. Questo titolo conterà sulla solida presenza dell’Orchestra Sinfonica Rossini e del Coro Mezio Agostini del Teatro della Fortuna di Fano alla sua seconda esperienza con il Rof.”

In attesa dell’apertura del sipario giovedì 10 agosto, ogni ulteriore informazione al sito ufficiale (per il programma completo del festival 2017 clicca qui )
Il-rof-tra-storia-e-memoria
Concludo ricordando che proseguirà fino al 2 settembre la mostra fotografica allestita a Palazzo Mosca, sede dei Musei Civici di Pesaro, e intitolata “Il ROF tra storia e memoria” che ripercorre la lunga avventura, professionale e umana, dello Studio Amati Bacciardi all’interno del Rossini Opera Festival. Un percorso, visivo ed emozionale, lungo trenta estati passate da Fulvia Amati, Silvano Bacciardi e i loro collaboratori nella sala macchine del Festival, del quale sono stati prima ragazzi di bottega e poi, via via, i veri e propri cantori di una storia gloriosa da loro vissuta in prima persona come parte integrante del Popolo del ROF nei luoghi dove esso rinasce ogni anno. Le immagini selezionate privilegiano gli spettacoli, cioè la parte visibile a tutti della manifestazione, riproposti secondo un punto di vista privilegiato e profondamente personale, senza troppe preoccupazioni di fedeltà a criteri cronologici o cronachistici.

Dettagli

Rossini Opera Festival 2017 Rossini Opera Festival, locandina 2017 Rossini Opera Festival (logo edizione 2017) Teatro Rossini a Pesaro (courtesy Rossini Opera Festival) Uno scatto durante le prove de 'Le siège de Corinthe (courtesy Rossini Opera Festival) Locandina mostra 'Il ROF tra storia e memoria'

Dove e quando

Evento:

Indirizzo:
[Guarda su Google Maps]

Date: 20170810 - 20170722