Cari Amici,
risulta sempre più complesso vedere il bicchiere mezzo pieno con quanto sta accadendo in Italia, in Europa, ovunque nel mondo. Se appare ormai inevitabile lo sdoganamento di un sempre più variegato corollario di iniquità durante le campagne elettorali, viene da chiedersi dove potrà spingersi oltre, al peggio, posto si tratta di una semiretta e, come tale, dall’origine, la serie dei punti non ha poi fine.
Quel mal di vivere diffuso a tutte le fasce di età, indica disagio esistenziale che non è più caratteristica degli adolescenti.
In questo caos, anche l’antidoto della Cultura sembra perdere efficacia.

La Redazione

Firenze, 1° giugno 2024