Lo Städel Museum di Francoforte dedica una mostra importante a uno dei capitoli più notevoli della storia dell’arte europea: la pittura veneziana del Rinascimento.
Dal 13 febbraio al 26 maggio 2019 “Tizian und die Renaissance in Venedig” (Tiziano e il Rinascimento a Venezia) propone un affascinante itinerario con oltre cento capolavori di maestri veneziani del XVI secolo. La mostra di Francoforte riunisce più di venti opere di Tiziano (1488/90-1576 ca.), in quella che sarà la più ampia selezione mai presentata in Germania.

Esposti anche dipinti e disegni di altri protagonisti della scena artistica della Laguna come Giovanni Bellini (1435-1516 ca.), Jacopo Palma il Vecchio (1479/80-1528 ca.), Sebastiano del Piombo (1485-1547 ca.), Lorenzo Lotto (1480-1556/57 ca.), Jacopo Tintoretto (1518/19-1594 ca.), Jacopo Bassano (1510-1592 ca.) e Paolo Veronese (1528-1588). Oltre alle opere veneziane di proprietà dello stesso Städel (tra cui il Ritratto di giovane uomo di Tiziano), la mostra si avvale di prestiti importanti da più di sessanta musei tedeschi e internazionali. I lavori esposti offrono una panoramica completa della rilevanza artistica e tematica del Rinascimento a Venezia e mostrano perché gli artisti dei secoli successivi si voltarono spesso verso quelle opere in cerca di ispirazione. L’evento si articola in otto sezioni e restituisce tutto lo splendore creativo della pittura cinquecentesca veneziana nei suoi aspetti più diversi, dalle rappresentazioni paesaggistiche all’ideale estetico delle “belle donne”.

La mostra inizia presentando la Venezia del sedicesimo secolo e, subito dopo, l’imponente Riposo durante la fuga in Egitto di Paolo Veronese introduce i visitatori alla prima sezione dell’itinerario e a uno dei temi dominanti della pittura italiana, le rappresentazioni della Madonna. L’attenzione si sposta quindi verso la pittura di paesaggio, una delle vette del Rinascimento veneziano. Questo capitolo mostra sia gli scenari lirici del primo Tiziano che quelli drammaticamente carichi di artisti come il Veronese o il Bassano. Le sale del museo si aprono quindi a illustrare come l’opera pittorica possa essere ispirata dalla poesia, per poi essere riportati alla realtà, ma solo in apparenza, nella sezione finale della prima parte della mostra. A Venezia erano infatti piuttosto comuni i “ritratti ideali” di belle donne; non somiglianze reali, ma ideali poetici di bellezza femminile. Un segmento della mostra è dedicato a queste “belle donne” e l’affascinante Ritratto di donna come vergine saggia di Sebastiano del Piombo è uno fra i primi esempi di questo genere.

La visita prosegue mostrando come anche il genere del ritratto maschile sia fiorito nel Cinquecento veneziano e abbia poi esercitato un’influenza duratura sulla ritrattistica europea. Esempi caratteristici sono i ritratti di giovani uomini in nero di Tiziano o di Tintoretto. Il penultimo capitolo della mostra descrive l’accoglienza che ebbe l’arte fiorentina nel Cinquecento veneziano, mentre la sezione finale contiene alcune opere posteriori che danno testimonianza dell’influenza che ebbe il Rinascimento a Venezia negli sviluppi artistici successivi.
Completa la mostra, che è stata resa possibile dal sostegno della Dagmar-Westberg-Stiftung e del Kulturfonds Frankfurt RheinMain GmbH, il ricco catalogo curato da Bastian Eclercy e Hans Aurenhammer e pubblicato da Prestel Verlag.

Didascalie immagini

  1. Paolo Veronese (1528–1588), Riposo durante la fuga in Egitto, ca 1572, olio su tela, 236,2 x 161,3 cm
    © Collection of The John and Mable Ringling Museum of Art, Sarasota, FL,, the State Art Museum of Florida, Florida State University
  2. Sebastiano del Piombo (1485–1547), Ritratto di donna come vergine saggia, ca 1510/11, olio su tavola,  54,7 x 47,5 cm, Washington, National Gallery of Art
    © Samuel H. Kress Collection
  3. Tiziano (1488/90–1576), Ritratto di Alfonso d’Avalos con paggio, ca 1533, olio su tela, 110 x 80 cm, Los Angeles, The J. Paul Getty Museum Digital image
    courtesy of the Getty's Open Content Program

IN COPERTINA
Tiziano (1488/90–1576), Ritratto di un giovane uomo, ca. 1510, olio su tavola, 20 x 17 cm, Städel Museum, Frankfurt am Main
© Städel Museum – Artothek
[particolare]

L’eventuale non corretto funzionamento delle mappe è una problematica di Google Map e quindi non possiamo intervenire.

Dove e quando

  • Date : 13 February, 201926 May, 2019
  • Indirizzo: Städel Museum, Schaumainkai 63, 60596 Frankfurt am Main
  • Sito web