Un’avventura del pensiero e dello sguardo

di Amici in Visita // pubblicato il 30 Luglio, 2012

di Fabio Giuliani

Roberta Valtorta, sensibile ed esperta, Direttore scientifico del Museo di Fotografia Contemporanea in Villa Ghirlanda a Cinisello Balsamo, dopo avere curato la mostra ‘Ieri, Oggi, Milano’, fotografie dalle collezioni dello stesso museo, allo Spazio Oberdan, sede espositiva della Provincia di Milano, in cui con 170 immagini dal secondo dopoguerra ai giorni nostri ci ha fatto riflettere sui mutamenti che hanno cambiato il volto della città, ora affronta un nuovo importante compito con la rassegna.
Luigi Ghirri, Laguna di Orbetello, Grosseto
1984 – Fotografie da Viaggio in Italia. Omaggio a Luigi Ghirri’, allestita sempre a Milano ma alla Triennale. Lo spunto è il ventennale della morte di Ghirri: viene infatti qui proposta una selezione di immagini della mostra ‘Viaggio in Italia’, un suo progetto pensato alla fine degli anni Settanta  che prese forma in un’esposizione da lui curata alla Pinacoteca Provinciale di Bari e in un libro pubblicato dal Quadrante d’Alessandria con un testo di Arturo Carlo Quintavalle e uno scritto di Gianni Celati. Vi prendono parte venti fotografi per la maggior parte italiani insieme ad alcuni stranieri: Olivio Barbieri, Gabriele Basilico, Giannantonio Battistella, Vincenzo Castella, Andrea Cavazzuti, Giovanni Chiaramonte, Mario Cresci, Vittore Fossati, Carlo Garzia, Guido Guidi, Luigi Ghirri, Shelley Hill, Mimmo Jodice, Gianni Leone, Claud Nori, Umberto Sartorello, Mario Tinelli, Ernesto Tuliozi, Fulvio Ventura, Cuchi White; molti di loro sono oggi noti a livello internazionale.
Gabriele Basilico, Milano 1979
L’idea di Ghirri era quella di costruire un fronte culturale che sapesse guardare il paesaggio italiano con occhi nuovi proiettati sulla realtà quotidiana, come recita la retro-copertina del catalogo: “Un’avventura del pensiero e dello sguardo”, mentre la copertina è la tipica penisola che tutti conosciamo fin dalla scuola elementare. In proposito la Valtorta scrive: “L’approccio è intellettuale e insieme affettivo, privo di retorica, lontano dagli stereotipi sia di tipo turistico che giornalistico, senza gerarchie di importanza nell’affrontare la complessità dei luoghi. Sono fotografie on the road, apparentemente elementari, un po’ pensose, attente alla provincia ma anche alle città, al mare, ai giardini, ai cieli, ai luoghi dell’arte. (…) rivolgono lo sguardo alla normalità carica di poesia del paesaggio che ci sta intorno.” A mio avviso, un modo nuovo di vedere l’Italia molto vicino ai grandi registi del neorealismo del secondo dopoguerra come Roberto Rossellini e Vittorio De Sica.
Gianni Leone Gianni, Giardino a Cozze di Bari 1983
Ora queste foto, restaurate con un finanziamento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, fanno parte del Museo (il fondo di ‘Viaggio in Italia’ è di ben 119 immagini) e dimostrano l’importanza e la ricchezza di questa Istituzione, polo attrattivo a livello internazionale che conta oggi quasi due milioni di immagini. Presso il bookshop della Triennale è possibile acquistare il dvd del film di Maurizio Magri ‘Viaggio in Italia. I fotografi vent’anni dopo’; il libro ‘Racconti dal paesaggio. 1894-2004 A vent’anni da Viaggio in Italia’ edito da Museo di Fotografia Contemporanea / Lupetti Editori di Comunicazione nel 2004; una tiratura straordinaria di multipli d’autore di fotografie di Mario Cresci, Guido Guidi e Mimmo Jodice realizzati con la tecnologia Epson Digigraphie a cura dell’associazione Amici del Museo di Fotografia Contemporanea.
La  mostra è supportata da Panasonic quale sponsor tecnico.
Una breve nota biografica sull'iniziatore di questa nuova scuola fotografica del paesaggio.
Luigi Ghirri, Alpe di Siusi, Bolzano, 1979
Luigi Ghirri (Scandiano, 5 gennaio 1943-Roncocesi, 14 febbraio 1992) inizia a fotografare nel 1970 confrontandosi con artisti concettuali e ricercando segni nei paesaggi naturali e segni artificiali nell'opera umana e nel paesaggio stesso (manifesti, insegne ma anche cartine geografiche).
Dal 1980, sollecitato da Vittorio Savi, si confronta con la fotografia di architettura nel territorio.
In particolare fotograferà per lo stesso Savi, per Aldo Rossi, Paolo Zermani. I suoi paesaggi sono spesso privi di figure umane ma mai privi dell'intervento dell'uomo sul paesaggio. Le sue foto sono generalmente a colori. L'uso di colori delicati e non saturi è fondamentale nella sua poetica e nasce dalla stretta collaborazione con il suo stampatore Arrigo Ghi. Di notevole spessore gli scatti dello studio bolognese di via Fondazza del pittore Giorgio Morandi. Autore di copertine di numerosi album per la RCA sia di musica classica che di artisti italiani come Lucio Dalla, Gianni Morandi, Luca Carboni, CCCP Fedeli alla linea, Stadio, Ciao Fellini, Robert & Cara e altri.
Elisabetta Sgarbi ha presentato al Festival del Cinema di Venezia del 2009 un film sul fotografo di Scandiano intitolato Deserto Rosa.

 

Dettagli

Didascalie immagini

  1. Luigi Ghirri, Laguna di Orbetello, Grosseto (courtesy Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo)
  2. Gabriele Basilico, Milano 1979 (courtesy Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo)
  3. Gianni Leone Gianni, Giardino a Cozze di Bari 1983 (courtesy Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo)
  4. Luigi Ghirri, Alpe di Siusi, Bolzano, 1979 (courtesy Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo)

In copertina:
Luigi Ghirri, Alpe di Siusi, Bolzano, 1979
particolare
(courtesy Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo )

orari: martedì-domenica
10-30-20.30
giovedì 10.30-23
Ingresso gratuito
info Museo di Fotografia Contemporanea

Mappa

Dove e quando

1984 – Fotografie da Viaggio in Italia. Omaggio a Luigi Ghirri

  • Fino al: - 26 Agosto, 2012
  • Indirizzo: Triennale di Milano – Viale Alemagna 6, Milano
  • Sito web

Salva l'evento nel calendario (formato iCal)

 
{!-- Google Maps Stuff