Una bambina. La sua guerra

di Davide Giuseppe Colasanto // pubblicato il 18 Ottobre, 2012

Una bambina. La sua guerraIl mondo degli adulti visto con gli occhi di una bambina e dove la sua innocenza riesce a modificare angosce e sofferenze degli anni dell'ultima guerra.
Infatti, Maria Luisa Semi è una bimba molto amata dai genitori, figlia unica fino ai sette anni, che ha vissuto l’infanzia coccolata, ma anche considerata “una persona” capace di pensare, ragionare e prendere coscienza di quanto sta accadendo.
In quegli anni tragici gli avvenimenti, familiari ed estranei, sono sempre stati vissuti con partecipazione e in prima persona perché non le viene mai detto di non essere all'altezza di capire.
Questa sua attenta partecipazione, il sentirsi bambina, ma non del tutto piccola, permetterà all'autrice di "rivivere", più che ricordare, gli eventi di allora: la guerra, i tedeschi, gli americani, lontani nel tempo, ma per lei sempre attuali e denotano anche il grande amore per la sua città.

Maria Luisa Semi, alla prima esperienza narrativa, è nata a Venezia dove vive e dove ha sempre lavorato. Notaio dal 1968, ha esercitato la professione per vari decenni. È stata componente del Consiglio Provinciale negli anni ‘90; è socia dell’Ateneo Veneto e attualmente fa parte del Consiglio Accademico della medesima istituzione.

Il volume, Una bambina. La sua guerra, edito da Studio LT2, sarà presentato  venerdì 26 Ottobre 2012 ore 18.00 all'Ateneo Veneto, Aula Magna, da Guido Moltedo e Riccardo Calimani (sarà presente l'autrice).

 

Dettagli

Didascalie immagini

In copertina:
Una bambina. La sua guerra

 
{!-- Google Maps Stuff