Movie cluster e green set. Il distretto del cinema ecosostenibile

di Davide Giuseppe Colasanto // pubblicato il 27 Settembre, 2012

Movie cluster e green setDa quando il nostro Andrrea ci ha abituato a vedere molti film, anche l'orientamento librario ne è stato influenzato. Per questo oggi segnalo il saggio, edito da Felici, Movie cluster e green set. Il distretto del cinema ecosostenibile di Ugo Di Tullio (docente di Organizzazione dello Spettacolo Teatrale e Cinematografico all’Università di Pisa. Ha fondato ed è amministratore delegato di Italy Film Investments - la prima società italiana che opera nel settore del gap financing nelle produzioni cinematografiche - e per oltre 10 anni ha giudato Mediateca Toscana Film Commission) e  Daniela Marzano (docente, conulente e formatrice ICT, si occupa da più di un ventennio dell’applicazione delle Nuove Tecnologie nella Didattica. Dopo aver studiato a lungo la tematica del Green Set, analizzando in particolare la situazione negli USA, ha conseguito la laurea specialistica in cinema, teatro e produzione multimediale).

 Il volume costruisce un modello di “set ecologico” all’interno di un distretto economico e si orienta anche alle produzioni cinematografiche (Movie Cluster) in una filiera dove imprese e servizi, pubblico e privato insieme, sviluppano la completezza di sistema.
Una sollecitazione a chi governa il territorio sempre più atteso a dare risposte concrete alle nuove istanze derivanti dal bisogno di cultura e all’ampliarsi della Green Economy.

La presentazione uffciale domani, venerdì 28 settembre alle 16.30, alla libreria La Feltrinelli (Corso Italia, 50 Pisa) dove interverranno Sandra Lischi e Lorenzo Cuccu dell'Università di Pisa; il produttore Luigi De Laurentiis e la regista Cinzia TH Torrini.

 

Dettagli

Didascalie immagini

In copertina:
Movie cluster e green set. Il distretto del cinema ecosostenibile

Ugo Di Tullio e Daniela Marzano
Movie cluster e green set. Il distretto del cinema ecosostenibile
Pagg. 124
Felici Editore