La storia della città di Salerno, dalla Preistoria al Medioevo, raccontata in un’unica grande mostra

di Federica Falleri // pubblicato il 07 Marzo, 2012

La storia della città di Salerno e del suo territorio, dalla Preistoria al Medioevo, raccontata in un’unica grande mostra.
E’ stata prorogata sino al 31 Marzo 2012 l’esposizione dal titolo "dopo lo tsunami Salerno antica", promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta e dal comune di Salerno. La mostra, che si articola all’interno del Complesso Monumentale di Santa Sofia di Salerno,  propone un grande viaggio nella storia antica della città e del suo territorio, dalla preistoria al Medioevo.
Scodelle da oliva torricella

Il percorso espositivo si snoda all’interno di spazi che, negli allestimenti, richiamano in maniera fortemente evocativa il mare, elemento che sin dall’antichità ha influenzato fortemente la storia e gli sviluppi della città di Salerno e del suo territorio favorendo scambi di idee e contatti tra civiltà diverse.

All’interno delle sale espositive sono esposti oltre 1000 reperti che raccontano con taglio originale la città antica e medioevale,  toccando i momenti storicamente più significativi.
Vasi a figure nere
Come evoca il nome stesso della mostra, il grande maremoto che circa 4000 anni fa sconvolse le coste del salernitano costituisce il punto di partenza del racconto.
Dall’Età del Bronzo Antico a quella del Ferro, dal periodo Etrusco alla fondazione della colonia romana di Salernum, dal principato longobardo di Arechi alla ristrutturazione urbanistica della città durante il periodo normanno, in sostanza il racconto complesso dei peridi storici  più significativi per la città e il suo territorio.
Urna biconica in bronzo da Montevetrano.
Una mostra che da quindi la possibilità di ripercorrere cronologicamente la storia della città e del suo territorio, raccontata attraverso i reperti in esposizione. Un percorso plurisensoriale calato in un’atmosfera prettamente marina e arricchito da installazioni e rimandi al tema trattato.
Durante lo svolgimento della mostra si organizzano quotidianamente visite guidate per famiglie e scuole che consentono ai visitatori di conoscere e vivere la storia di Salerno e il suo territorio, il rapporto tra il salernitano e il suo mare. Per le scuole vengono inoltre organizzati, su prenotazione, percorsi didattici divisi per classi e periodi storici affrontati.
Gruzzolo di monete dalla chiesa del SS. Salvatore de Fondaco.

 

Dettagli

Didascalie immagini

  1. Scodelle in terracotta provenienti da Oliva Torricella
    il sito risalente all’età del Bronzo, sul quale circa 4000 anni fa si abbattette un maremoto. Il villaggio si è conservato intatto così come i reperti rinvenuti al suo interno, fissato nell'attimo disperato in cui i suoi abitanti, fuggendo, lo hann
    (courtesy Complesso Monumentale di Santa Sofia, Salerno)
  2. Vasi a figure nere con episodi della vita di Eracle (VI -V secolo a.C.)
    rinvenuto nelle tombe degli aristocratici etruschi di Fratte. L’insediamento può essere considerato il primo sito urbano del territorio di Salerno, divenuto ben presto un’ importante polo di scambio di merci e un punto di integrazione tra genti etru
    (courtesy Complesso Monumentale di Santa Sofia, Salerno)
  3. Urna biconica in bronzo da Montevetrano.
    Il vaso originariamente conservava al suo interno una bevanda aromatizzata mescolata a cereali, destinata al rituale che fu celebrato per accompagnare la principessa di Montevetrano nel suo ultimo viaggio. Forse prodotto in Etruria meridionale, pres
    (courtesy Complesso Monumentale di Santa Sofia, Salerno)
  4. Gruzzolo di monete dalla chiesa del SS. Salvatore de Fondaco. (foto Leonardo Viola © Beni Culturali)

In copertina:
Un particolare da Navicella nuragica in bronzo.
Località Boscariello tomba 74
(foto Leonardo Viola © Beni Culturali)

Prorogata al 31 marzo 2012
ingresso libero

Informazioni e prenotazioni:
Aperta tutti i giorni
9:30-13:00/16:00-20:00

Visite narrate per adulti e famiglie:
lunedì-venerdì ore 17:00
senza prenotazione,
sabato ore 16:00 e 18:00 e
domenica ore 11:00, 16:00 e 18:00
con prenotazione obbligatoria

Visite narrate per scuole:
lunedì-venerdì ore 9:30 e 11:00
solo su prenotazione

Prenotazioni al 333.9377703
dopolotsunami@beniculturali.it

Mappa

Dove e quando

Dopo lo tsunami Salerno antica

  • Fino al: - 31 Marzo, 2012
  • Indirizzo: Salerno, Complesso Monumentale di Santa Sofia, Largo Abate Conforti

Salva l'evento nel calendario (formato iCal)