Febbraio 2017

di Redazione // pubblicato il 01 Febbraio, 2017

Cari Amici.

Salutiamo Palermo eletta Capitale italiana della cultura per il 2018 la cui candidatura, si apprende dalla motivazione della giuria, è sostenuta «da un progetto originale, di elevato valore culturale, di grande respiro umanitario, fortemente e generosamente orientato all'inclusione alla formazione permanente, alla creazione di capacità e di cittadinanza, senza trascurare la valorizzazione del patrimonio e delle produzioni artistiche contemporanee.».

Sempre di ieri la notizia che la Procura ha aperto un'inchiesta sulla possibilità di una regia occulta in relazione al crollo del muretto nella Regio I del sito Unesco di Pompei e sembra inverosomile solo ipotizzare la coincidenza constatata da Massimo Osanna, soprintendente degli Scavi.
Però, quello che appare ancora più pazzesco, spenti i riflettori sulla tragedia di Rigopiano, è come vengano ignorate le difficoltà quotidiane in molte zone dell'Abruzzo al di là dei proclami istituzionali, di fronte alle telecamere, o cosa twitta la classe politica sempre più autoreferenziale e distante dalle reali esigenze del Paese.
Tornando all'Abruzzo, nel nostro piccolo, faremo partire una rubrica mensile per raccontarvi le straordinarie bellezze di una regione da conoscere e, state certi, se la visiterete, non potrete fare a meno di tornarci.

La Redazione

Firenze, 1° febbraio 2017


 

 

Dettagli