Collezioni in mostra

di Sara Pietrantoni // pubblicato il 24 Aprile, 2012

Esistono collezioni, appartenenti a fondazioni o privati, praticamente inaccessibili, che limitano al solo collezionista, ed ad altri pochi eletti, il godimento di opere d'arte spesso di grande valore. Ci sono poi, fortunatamente, belle eccezioni, come quella rappresentata dalla mostra Sculture dalle collezioni Santarelli e Zeri, inaugurata da poco a Roma, nella sede di Palazzo Sciarra della Fondazione Roma, istituzione che si è da tempo data come obiettivo quello di rendere quanto più accessibili le opere d'arte "nascoste".  

Organizzata dalla stessa Fondazione Roma con Arthemisia, in collaborazione con la Fondazione Dino ed Ernesta Santarelli, l'esposizione traccia, attraverso le sculture appartenenti alle due collezioni (oltre 90 pezzi), un percorso che va dall'antichità al XIX secolo, presentando statue, frammenti e bassorilievi in gran parte mai presentati al grande pubblico.

Impossibile, visitando una mostra del genere, non far riferimento continuo alle personalità che nel tempo hanno raccolto queste opere, seguendo a volte il gusto personale, a volte la convenienza economica del mercato artistico o i suggerimenti di accorti consiglieri. Da una parte Federico Zeri, critico d'arte di fama internazionale (morto nel 1998), che ha scelto di non dedicarsi esclusivamente alla raccolta di opere di determinati periodi o stili, spaziando dall'antico al barocco, da Palmira a Roma, seguendo solo il suo gusto e la sua curiosità.

Dall'altra parte si incontrano invece i Santarelli, famiglia di imprenditori che hanno saputo affidarsi alla consulenza di esperti (su tutti l'architetto Del Bufalo) per assemblare una collezione di sculture, antiche e moderne, appartenenti prevalentemente al panorama artistico romano.
Due collezioni diverse quindi, ma che trovano alcuni punti di contatto soprattutto per l'atteggiamento verso il pubblico, dal momento che altre opere delle collezioni sono state in più occasioni prestate in occasioni di mostre temporanee: ben nota è inoltre la collezione di gemme antiche concessa dalla fondazione Santarelli in comodato d'uso ai Musei Capitolini. Ad accomunare le due raccolte d'arte è inoltre l'accordo stabilito tra l'erede di Zeri, Eugenio Malgeri, e la fondazione Santarelli per la cessione temporanea dei pezzi lapidei appartenuti allo studioso, cessione pensata per permettere di studiare in maniera approfondita e rendere fruibile questa specifica parte della collezione.

Tre le sezioni della mostra, organizzate a loro volta in ordine cronologico: ad accogliere il visitatore sono statue e frammenti di grosse dimensioni, tra cui un Bacco, databile al I secolo d.C., o l'Allegoria della Virtù vittoriosa sul vizio, di Pietro Bernini.
Si prosegue con pezzi di dimensioni minori ma non per questo meno interessanti, come un frammento di vaso in basanite o la ricca collezione di marmi colorati, assemblata a Roma attorno al 1830 e successivamente passata alla fondazione Santarelli.

L'ultima sezione è infine dedicata ai ritratti, rta cui si segnalano un bel busto di Alessandro Magno, dell'inizio del III secolo d.C., e un ritratto di Federico II, curioso esempio della rinascenza federiciana di XIII secolo. 

 

Dettagli

Didascalie immagini

In copertina:
Scultore romano del XVII secolo, Frammento di mascherone, (particolare)
marmo, altezza 36 cm Roma, Fondazione Dino ed Ernesta Santarelli
(Foto Giuseppe Schiavinotto)

Scultore romano del I secolo d.C. (torso) leggermente posteriore (testa)
Bacco
marco greco statuario a grana fine, altezza 170 cm
Roma, Fondazione Dino ed Ernesta Santarelli
Foto Giuseppe Schiavinotto

Pietro Bernini (Sesto Fiorentino, 1562 – Roma, 1629)
Allegoria della virtù Vittoriosa sul Vizio
1610 circa
marmo, altezza 42 cm
Bergamo, Accademia Carrara (lascito Federico Zeri)
Foto Giuseppe Schiavinotto

Scultore romano del XVII secolo
Frammento di mascherone
marmo, altezza 36 cm
Roma, Fondazione Dino ed Ernesta Santarelli
Foto Giuseppe Schiavinotto

Scultore romano del I-II secolo d.C.
Frammento di vaso
basanite (grovacca), altezza 29 cm
Roma, Fondazione Dino ed Ernesta Santarelli
Foto Giuseppe Schiavinotto

Scultore attivo in ambito federiciano del XIII secolo
Busto ritratto di Federico II
marmo bianco lunense, altezza 44,5 cm
Roma, Fondazione Dino ed Ernesta Santarelli
Foto Giuseppe Schiavinotto

 

Catalogo Skira

Mappa

Dove e quando

Sculture dalle collezioni Santarelli e Zeri

  • Date : 14 Aprile, 2012 - 01 Luglio, 2012
  • Indirizzo: Museo Fondazione Roma - Palazzo Sciarra
  • Sito web

Salva l'evento nel calendario (formato iCal)