Cina da scoprire: in crociera sul “Lungo Fiume”

di Cinzia Colzi // pubblicato il 27 Settembre, 2012

Tra i fiumi capaci di racchiudere la storia del paese attraversato, spicca il Fiume Azzurro - Chang Jiang "fiume lungo" - noto come Yangtze anche se si tratta del nome di uno dei suoi affluenti. 
Yangtze river map
6.418 chilometri, e scorrono tutti in territorio cinese, dalla sorgente nei ghiacciai del Qinghai-Tibet Plateau, proseguono verso est attraverso terre aspre e pianure, collegando la parte centrale del Paese con Shanghai dove le acque sfociano nel Mar Cinese Orientale.
Navigando il fiume azzurro 1
Durante il corso, il fiume più lungo d'Asia, è accolto da un gran numero di etnie, entra in simbiosi con i paesaggi più diversi, ma, in tanti tratti, le straordinarie bellezze naturali sono violentate da cemento selvaggio, insediamenti industriali, inquinamento ed è facile trovare nebbia, colori grigi e acque marroni.
Navigando il fiume azzurro 2
Il Fiume Azzurro ha da sempre rappresentato la principale arteria di comunicazione tra la costa e l'interno, ospitando una vasta gamma di ecosistemi e habitat naturali di numerose specie endemiche la cui sopravvivenza è a forte rischio di estinzione come l'Alligatore della Cina e lo Storione dello Yangtze. Per migliaia di anni le persone lo hanno utilizzato per l'acqua, l'irrigazione, i servizi, i trasporti, ma negli ultimi tempi sono state perse larghe zone umide per inquinamento industriale, dilavamento di origine agricola, interramento con il conseguente aumento delle inondazioni estive da arginare.
Troppo poche le riserve naturali e le aree protette del patrimonio mondiale dell'UNESCO.
Navigando il fiume azzurro 3
Oggi la maggior parte delle navi che lo solcano sono da crociera (davvero per tutte le tasche, accessibili quelle a cinque stelle, ma attenzione alle occasioni a bassissimo costo  se non conoscete bene il cinese) per vivere davvero un'esperienza che consiglio a chi desidera una pausa dalla globalizzazione.
Per orientare lo sguardo, meglio se la crociera viene preparata un pochino a casa, magari iniziando dalla visione di Sill Life del regista Jia Zhang-Ke, Leone d'Oro a Venezia nel 2006, proseguendo con la lettura de Il fiume al centro del mondo - pubblicato in Italia lo stesso anno - di Simon Winchester (l'autore vive oggi a New York dopo aver soggiornato a lungo a Hong Kong, in Africa e in India) che vi condurrà nell'anima del Regno di Mezzo ripercorrendo a ritroso la millenaria storia cinese. Seguendo il sogno del reporter inglese, risalirete la corrente dello Yangtze da Shanghai su per le pianure centrali fino alle pendici della catena himalayana.
Navigando il fiume azzurro 4
Nelle pagine di Winchester, gli anni dei difficili rapporti tra le compagnie commerciali europee e i mandarini manchu, l’atmosfera peccaminosa della Shanghai dominata dai gangster, lo stupro di Nanchino (il massacro perpetrato dagli invasori giapponesi nel ’37) e le feroci lotte all'interno del Partito Comunista durante la Rivoluzione Culturale.
Navigando il fiume azzurro 5
Accanto a ritratti d’ambiente e racconti d’epica quotidiana - come la caccia ai baiji, i delfini del fiume (rispetto a quando il libro è stato scritto la situazione è divenuta drammatica in seguito alla costruzione della Nuova Grande Muraglia, la grandiosa e contestatissima Diga delle Tre Gole). Un susseguirsi di personaggi tragici o buffi, ma sempre «veri», e luoghi di «culto» come il guado di Jiaopingdu, una delle tappe fondamentali della Lunga Marcia di Mao.
Il lungo fiume quando era azzurro prima della diga
Il libro scorre tranquillo o turbinoso come il grande fiume a cui si ispira, utile per la comprensione di tante realtà lontane dalla nostra cultura. Diversamente è facile perdere l'attimo se non si osserva attentamente cosa gli occhi, e il cuore, stanno cercando. Come lo spettacolo della regione delle Tre Gole, fonte di ispirazione per poeti e pittori cinesi, circa duecento chilometri fra la municipalità di Chongqing a ovest e la provincia dello Hubei a est.
La prima, Gola di Qutang, è la più piccola, lunga solo otto chilometri. La seconda, la Gola di Wu, lunga circa quaranta quaranta chilometri è costeggiata su entrambi i lati da alte pareti rocciose che emergono dalla nebbia e l'afa: caldo afoso e nebbia sono fedeli compagni di  viaggio. Fra queste due gole si aprono le Tre Piccole Gole, strette e mozzafiato, visitabili con imbarcazioni a remi lungo il corso del fiume Daning.
Chiusa della diga delle tre gole
Passaggio delle cinque chiuse e la navigazione prosegue lungo la magnifica Xiling, paese natale del poeta Qu Yuan. Proseguendo si arriva a Fengdu, la  “città fantasma” con i suoi giardini, i templi e le statue di demoni. Riprendendo la navigazione si passa la Diga di Gezhouba e dopo arriva la Gola Xiling, la terza, settantacinque chilometri tra Jiangxi e Nanjinguan, nota e temuta dai navigatori per gli scogli e i numerosi bassifondi. Ci si ritrova a occhi chiusi, tentando di immaginare com'era quando scorreva indisturbato il Fiume Azzurro! (se avete voglia di cercarlo, esiste  "Dong" di Jia Zhangke" un  documentario di 67 minuti anche questo presentato a Venezia).
Adesso lo scenario è "interrotto" della maestosa diga, la maggiore centrale idroelettrica del mondo.

.

Risalendo il Grande Fiume, dopo solo due giorni, si è pronti ad aspettarsi di tutto, ma sfido anche la più brillante immaginazione a supporre la visione apocalittica delle acque divenute improvvisamente rosso sangue per centinaia di metri come accaduto nelle vicinanze della città portuale Chóngqìng due settimane fa. E se le autorità non hanno dato spiegazioni e sono in corso le indagini, fotografi e cineoperatori hanno documentato al mondo quel braccio del fiume che circonda i cantieri navali e i bacini di scarico della città anche mentre molti cinesi imbottigliavano l'acqua.
Azzurro rosso

 

Dettagli

Didascalie immagini

  1. L'intero corso del fiume azzurro (fonte)
  2. Navigando il Fiume Azzurro (© 2012 foto P. Moresi per Arte e Arti Magazine)
  3. Navigando il Fiume Azzurro (© 2012 foto P. Moresi per Arte e Arti Magazine)
  4. Navigando il Fiume Azzurro (© 2012 foto P. Moresi per Arte e Arti Magazine)
  5. Navigando il Fiume Azzurro (© 2012 foto P. Moresi per Arte e Arti Magazine)
  6. Navigando il Fiume Azzurro (© 2012 foto P. Moresi per Arte e Arti Magazine)
  7. Lo scenario del punto dove è stata costruita la Diga delle Tre Gole
  8. Una delle chiuse durante il passaggio della Diga delle Tre Gole
  9. Le acque rosso sangue a Chóngqìng (fonte)

In copertina:
Navigando il Fiume Azzurro (© 2012 foto P. Moresi per Arte e Arti Magazine)

courtesy Falk Tours GmbH

Mappa