Attenti al cane!

di Sara Baldi // pubblicato il 24 Novembre, 2009

Adottare un randagio nell’area archeologica di Pompei adesso è possibile coniugando la tutela dell’animale con quella pubblica. Un progetto nato dall’iniziativa del Commissario Delegato Marcello Fiori in collaborazione con le associazioni animaliste Lav, Enpa e Lega Nazionale per la difesa del cane e con il sostegno del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali.
L’iniziativa ha voluto rendere gli scavi di Pompei, luogo frequentato da molti turisti ma anche da molti randagi (circa cinquanta), un rifugio sicuro non solo per le bestiole ma anche per il visitatore.

Cave Canem (attenti al cane) ha già avviato la prima fase che prevede il censimento dei cani che saranno dotati di microchip, collare e medaglietta di riconoscimento, oltre ad essere curati e sterilizzati. Zone degli scavi partenopei saranno attrezzate con cucce, cibo e saranno anche segnalate.
Fiori ricorda un aneddoto accaduto anni fa nel sito archeologico. Un turista americano visitando Pompei trovò un randagio, decise di portarlo a casa in America e lo chiamò Pompeio; anni dopo, lo stesso randagio lo avrebbe salvato da un brutto e tragico evento.
Un progetto che potrebbe portare al cane una nuova casa ma soprattutto l’affetto di una nuova famiglia, la speranza è che ci possa essere più di un Pompeio.

L'iniziativa è stata presentata nella casa del Poeta Tragico, al cui ingresso è visibile il famoso mosaico “Cave Canem” tipico anche di altre abitazioni pompeiane: un avvertimento ricordato anche nelle fonti letterarie, come nel Satyricôn di Petronio, in cui il protagonista viene spaventato a morte dal grande cane dipinto.

 

Dettagli

DIDASCALIA

  • Cave canem
    mosaico scavi archeologici Pompei
    pavimento d'ingresso Casa del Poeta Tragico
    (Regio VI, Insula 8, n° 5)


Informazioni sull’adozione:
www.pompeiisites.org
www.icanidipompei.com
www.lav.it

Mappa

Dove e quando

Adotta Meleagro: porta a casa tua una vita e una storia di Pompei

  • Indirizzo: Scavi Archeologici, Pompei Scavi
  • Sito web
 
{!-- Google Maps Stuff