GNAM 2008

di Elisabetta Venturi // pubblicato il 13 Maggio, 2008

Parma, la capitale europea del Food, per il secondo anno vive un mese in simbiosi con suggestioni e stimoli sul  tema “Gastronomia Nell’Arte Moderna”  e la scelta di Andrea Gambetta, direttore artistico della rassegna (cofinanziata dal Progetto Cultura 2007-2013 della Commissione Cultura dell'Unione Europea), evidenzia come la fotografia sia mezzo privilegiato per la rappresentazione del cibo e dell’alimentarsi, dando spazio all’humor e all’ironia e scegliendo due artisti, Martin Parr e Carl Warner.

Martin Parr, ospite d’onore di GNAM 2008, ha accettato di esporre per la prima volta una serie di stampe fotografiche di grandissimo formato negli spazi urbani creando un percorso per immagini che coinvolge l'intero centro storico e ponendo l'attenzione sulle relazioni nella società globale dei consumi attraverso lecca lecca colorati, muffins sorridenti, donuts “patriottici”, dove l'ordinario è divenuto straordinario e le immagini seriali trasformate in pezzi unici.

Invece, la galleria di “Foodscapes”, del fotografo australiano Carl Warner, nasce dall'esigenza di stimolare i bambini a mangiare le verdure e i paesaggi sono costruiti con funghi, cetrioli, patate in modo che, anche chi non gradisce i broccoli, li può ammirare trasformati in una rigogliosa foresta dove le montagne sono grosse pagnotte di pane.

La mostra completa è allestita al Village Outlet Shopping di Fidenza.

Al Giardino Ducale, GNAM, pensando ai bambini,  propone “Sweet Graffiti” dell’inglese Shane Waltener che, usando zucchero, caramelle, dolci e glassa, crea i suoi graffiti commestibili e i piccoli artisti possono segiore le indicazioni del maestro liberando la fantasia con messaggi o disegni che, per cancellarli, basta staccarne i pezzi e mangiali!
Inoltre, con la collaborazione di due parmigiani, Francesco Barberini e Giacomo Mordacci, Shane Waltener ha realizzato un nuovo capolavoro tutto da mordicchiare o leccare, una grande casa di dolci, esattamente come quella della strega in Hansel e Gretel dei fratelli Grimm.

Altra installazione di rilievo quella tratta dalla mostra “Racconti d’acqua e di vita” di una firma storica della fotografia italiana, Mario De Biasi, presso il Teatro al Parco, utilizzando le bottiglie verdi e i tappi rossi di una notissima acqua minerale, sperimenta nuove superfici, materie e riflessi. Proprio attraverso queste immagini, l'azienda produttrice costruisce un percorso fatto di consigli da seguire per riciclare in modo corretto. 

Catalogo evento edito da Silvana Editoriale.
Per tutte le altre manifestazioni in programma e informazioni
www.gnamfestival.eu

 

Dettagli