ISSN 2421-2431

Supplemento periodico alla Testata Giornalistica Arte e Arti, "Iperuranio" è disponibile gratuitamente in formato PDF.

Pastellisti

Ip vol 2 num2 cover

Vol. II, N. 2

Data di pubblicazione: Dicembre, 2011

Numero dedicato interamente a una tecnica artistica, il pastello, senza alcun ordine cronologico, stilistico, geografico.

I primi quattro saggi, oltre al quinto che arriverà nei prossimi mesi, sono infatti uniti da riflessioni su tematiche bisognose di luce come spiega Pierre Rosenberg nell’autorevole introduzione.

Il primo esamina Chardin, artista che affascina immediatamente chiunque abbia modo di osservarne l’opera, mentre il secondo guida fra la predilezione femminile per una tecnica gentile e delicata che ben si accostò, soprattutto a partire dal Settecento, al fare creativo delle artiste.

Nel terzo la trattazione si sposta all’Ottocento inglese e in particolare alla Confraternita Preraffaellita per poi concludere, temporaneamente, questa pubblicazione con il quarto saggio che focalizza su come, una tecnica da sempre associata prevalentemente al ritratto, ebbe invece spazio di impiego anche nella realizzazione di opere a tema sacro.

Indice

  • Introduzioni
    • di Pierre Rosenberg
      de l’Académie française - Président-directeur honoraire du musée du Louvre
    • di Cinzia Colzi
      Direttore editoriale
    • di Marica Guccini
      Direttore scientifico
  • Chardin: il colore del pudore
    di Marica Guccini
  • Donne in punta di pastello: da Rosalba Carriera a Mary Cassatt
    di Elisabetta Morici
  • Frederick Sandys e il pastello nell’arte preraffaellita
    di Silvia Cestari
  • Il sacro nei pastelli settecenteschi. L’esempio di Benedetto Luti
    di Sara Pietrantoni

 

 
 

Numeri precedenti

  • Pastellisti
    Vol. II, N. 2
    Data di pubblicazione: Dicembre, 2011