ISSN 2421-2431

Supplemento periodico alla Testata Giornalistica Arte e Arti, "Iperuranio" è disponibile gratuitamente in formato PDF.

Anche il quadro è un oggetto: l’oggetto del quadro

Ip vol1 n2

Vol. I, N. 2

Data di pubblicazione: Agosto, 2010

Seppur con grande orgoglio, non abbiamo potuto crogiolarci a lungo fra i travolgenti consensi tributati a Iperuranio.
Il secondo numero incalzava ed ora eccolo qua, credendo fermamente di proporvi una lettura degna di tante aspettative.
"Anche il quadro è un oggetto: l'oggetto del quadro" indaga la biunivocità che lo caratterizza. Se sulla tela l'artista concretizza le idee, questa, prima di essere strumento al servizio dell'opera, altro non è che un oggetto fatto di stoffa, legno e punzoni.
Il percorso inizia con Fontana, analizzando quel suo particolare utilizzo della tela soggetto e oggetto della rappresentazione. Poi, tornando alle origini dell'interpretazione dell'oggetto quadro - dal Seicento il trompe-l'oeil s'impossessa anche di questo ambito e la tela, che rappresenta il retro, veicola la tangenza tra significato e significante - Lichtenstein abbandona a terra il dipinto che raffigura attraverso la pittura il retro della tela stessa esprimendo l'illusorietà di quest'arte. Con cabinet d'amateurs la tematica diventa più complessa all'interno dei meccanismi della memoria del loro committente e di chi il cabinet lo possedeva e i quadri non hanno valore per il discorso semantico che portano, ma per il loro essere oggetti. Continuando a spaziare si palesa, sopratutto in Oriente, il quadro inteso quale oggetto materiale e quindi, come significante, manchi. Chiaro, invece, il suo significato epresso in supporti pittorici diversi. Sorpresa anche per l'ultimo lavoro dedicato al cinema...

Indice

  • Premessa
    di James Michael Bradburne
    Direttore Generale Fondazione Palazzo Strozzi
  • Introduzioni
    • di Cinzia Colzi
      Direttore editoriale
    • di Marica Guccini
      Direttore scientifico
  • Fontana e la tela come soggetto-oggetto della rappresentazione
    di Giorgia Soncin
  • La tela come soggetto del quadro.
    Da Gijsbrechts a Lichtenstein

    di Claudia Tombini
  • C’est ne pas un cabinet…
    di Valentina Martini
  • Estremo Oriene: supporti alternativi
    di Elisa Bergami
  • Il quadro come oggetto narrativo nel Cinema, tra opere famose e tele immaginarie.
    Indagine sulle relazioni tra opera d’arte dipinta e cinematografica, tra quadri in movimento e film d’ispirazione pittorica

    di Andrea Mancaniello

 

 
 

Numeri precedenti

  • Pastellisti
    Vol. II, N. 2
    Data di pubblicazione: Dicembre, 2011